BAR DELLO STADIO

Da bar qualsiasi al primo Brand-Bar d’Europa

Dettagli

Bar dello Stadio, prima breve analisi

Può sembrare assurdo, ma dopo un’attenta ricerca fatta in molti stadi d’Italia e d’Europa non capivamo il perché una serie di bar aperti all’interno di uno stadio non avesse creato un brand capace di fidelizzare e trovare dei nuovi clienti.

Vi rendete conto? Un contenitore come quello di uno stadio di calcio che può contenere dalle 20000 alle 60000 persone non è mai stato utilizzato a dovere da chi ha in mano la ristorazione.

È ASSURDO!

Ma perché succede questo di solito?

Per due motivi principali:

  1. Cervello pigro (abbiamo sempre fatto così)
  2. Scelte di marketing errate (apro mezz’ora prima che inizi la partita, lavoro forte nell’intervallo (15 minuti circa) e spesso non apro neanche alla fine della partita perché devo pagare mezz’ora in più i dipendenti)

 

Ma noi continuavamo a chiederci: «Come mai i bar dello stadio non vengono pubblicizzati all’esterno dello stadio? Eppure il suo cliente viene proprio dall’esterno!»

Così parte una collaborazione con i Bar dello stadio Luigi Ferraris di Genova.

Sì, proprio dove giocano Genoa e Sampdoria.

Parte la costruzione del primo Brand in Europa del Bar dello Stadio

Mettiamo giù il progetto e chiediamo ai fornitori dei bar di supportarci.

Quindi Coca-Cola™, Peroni™, Tossini™, Fiorucci™, B-café™ hanno sposato il progetto e lo hanno finanziato!

Hai capito bene, LO HANNO FINANZIATO!

E se non fosse stato per la pandemia, avremmo raccolto anche i finanziamenti di altre multinazionali come San Carlo™ (patatine) che si è avvicinata da sola al progetto senza farle un proposta formale.

Se vuoi implementare la tua azienda, se credi che non ci sono vie d’uscita, contatta noi di House of Media e troveremo la soluzione!